Ridere fa bene: la Terapia della Risata nell’Anziano

Facebook
Twitter

Avreste mai pensato che la risata fosse un atto così importante nella vita dell’uomo, da essere studiata da diverse discipline e dedicarle una giornata che viene celebrata in tutto il mondo?

La Giornata Mondiale della Risata o World Laughter Day è stata istituita nel 1998 e già alcuni anni prima, il dott. Madan Kataria diede vita allo Yoga della Risata conoscendo la vasta letteratura scientifica che descrive e attesta i benefici che la risata ha sulla mente umana e sul corpo.

Ad essere onesti, i primi a studiare e a comprendere l’importanza dell’umorismo e della risata sulla salute dell’essere umano sono stati Ippocrate e Galeno, i quali attribuivano alla risata la potenzialità di migliorare o peggiorare il decorso della malattia e quindi lo stato di salute.

Altri scienziati, medici, psicologi, filosofi hanno condotto studi che hanno avvalorato l’importanza della risata e i suoi benefici: se ci fermiamo a riflettere, ognuno di noi può dire quale sensazione prova e sente dopo aver riso e solitamente è una sensazione di benessere!

Da questo punto di vista, ridere è una grande virtù che dovremmo imparare a coltivare, custodire e condividere con le altre persone proprio perché in quell’atto che sembra apparentemente involontario si cela qualcosa di più profondo.

Infatti, la risata rivela la natura complessa e unitaria dell’essere umano: la nostra interiorità si manifesta in un’espressione del nostro corpo svelando le emozioni che stiamo provando.

Proprio perché sappiamo ciò, quando proponiamo le attività agli anziani che frequentano il Centro Diurno o che assistiamo presso il loro domicilio, poniamo attenzione nel modo in cui lo facciamo, avendo tra gli obiettivi anche quello di migliorare lo stato emotivo di chi ci prendiamo cura.

La risata è contagiosa ed è uno strumento che possiamo utilizzare per favorire le relazioni umane.

Inoltre, la risata è un atto che spesso avviene quando siamo in compagnia, quando stiamo bene, quando ci troviamo in un ambiente familiare e amicale, quando viviamo un rapporto di fiducia in cui riusciamo a condividere momenti di gioco, spensieratezza, di gioia volendo perseguire la felicità.

Allora, il benessere della risata non è legata al qui ed ora, ma consente alle emozioni positive di emergere con forza.

La risata è un vero toccasana per la nostra salute fisica, mentale e per le nostre relazioni sociali e questo ce lo fa comprendere bene il poeta Frederick Faber con la poesia “Il valore di un sorriso”:

“Donare un sorriso
Rende felice il cuore.
Arricchisce chi lo riceve
Senza impoverire chi lo dona.
Non dura che un istante,
Ma il suo ricordo rimane a lungo.
Nessuno è così ricco
Da poterne fare a meno
Né così povero da non poterlo donare.
Il sorriso crea gioia in famiglia,
Da sostegno nel lavoro
Ed segno tangibile di amicizia.
Un sorriso dona sollievo a chi è stanco,
Rinnova il coraggio nelle prove,
E nella tristezza è medicina.
E poi se incontri chi non te lo offre,
Sii generoso e porgigli il tuo:
Nessuno ha tanto bisogno di un sorriso
Come colui che non sa darlo.”

Articolo a cura di Francesca Lospoto
Educatore Professionale – Associazione Alberto Sordi

Ultime news

LINGUA DEI SEGNI

23 settembre, Giornata internazionale della lingua dei segni

Il 23 settembre è una data molto speciale: in tutto il mondo si celebra la Giornata internazionale della lingua dei segni. Non è data scelta a caso, perché si tratta dell’anniversario della nascita della federazione dei Sordi (Wfd), organizzazione nata nel 1951 a Roma per promuovere i diritti delle persone sorde e la loro inclusione sociale.

Leggi di più »
demenza

Quando un familiare si ammala di demenza…

Quando un familiare si ammala di demenza, sia essa Alzheimer, vascolare o di altro tipo è come se
si entrasse in un mondo sconosciuto che si va conoscendo progressivamente a volte piano piano a
volte in modo più traumatico sulla propria pelle.

Leggi di più »