Nutrizione

Facebook
Twitter

La Fondazione Alberto Sordi ha erogato un contributo per un Progetto di Ricerca riguardante la valutazione di interventi di educazione alimentare per il miglioramento della qualità di vita delle persone anziane.

Il Progetto è stato condotto dall’Area di Scienze Infermieristiche e di Geriatria dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, in collaborazione con la Associazione Alberto Sordi Onlus.

Diversi studi hanno dimostrato che nelle persone anziane il decadimento fisico e cognitivo può essere prevenuto adottando stili di vita sani tra cui seguire una adeguata alimentazione.

I cambiamenti di natura fisiologica, psicologica, sociale ed economica che accompagnano l’invecchiamento portano spesso a cambiamenti nello stile alimentare della persona ripercuotendosi sulla sua salute e sulla sua qualità di vita.

 

L’obiettivo della Ricerca, che ha esteso lo studio ad un campione rappresentativo di almeno 100 anziani ad invecchiamento tipico, si è posto l’obiettivo di valutare il loro stato nutrizionale.

Lì dove sono state individuate carenze alimentari di micro e macronutrienti, l’Unità di Ricerca ha sperimentato l’efficacia di una serie di interventi educativi finalizzati alla modifica delle abitudini alimentari, rilevandone le modificazioni a 2, 4 e 6 mesi.

Gli interventi, realizzati dal personale infermieristico, miravano a potenziare situazioni che avrebbero permesso alle persone anziane di implementare o creare relazioni positive con sé e con gli altri, aumentandone la capacità di far fronte a cambiamenti nello stile di vita e nelle abitudini alimentari.

[totaldonations form_id=’1913′]

Ultime news

LINGUA DEI SEGNI

23 settembre, Giornata internazionale della lingua dei segni

Il 23 settembre è una data molto speciale: in tutto il mondo si celebra la Giornata internazionale della lingua dei segni. Non è data scelta a caso, perché si tratta dell’anniversario della nascita della federazione dei Sordi (Wfd), organizzazione nata nel 1951 a Roma per promuovere i diritti delle persone sorde e la loro inclusione sociale.

Leggi di più »
demenza

Quando un familiare si ammala di demenza…

Quando un familiare si ammala di demenza, sia essa Alzheimer, vascolare o di altro tipo è come se
si entrasse in un mondo sconosciuto che si va conoscendo progressivamente a volte piano piano a
volte in modo più traumatico sulla propria pelle.

Leggi di più »