Nuovo percorso formativo E.C.M.; “Fine Vita tra Diritti e Diritto”

Facebook
Twitter

La didattica si eleva a cultura quando non si limita a spiegare ma fornisce gli strumenti per cercare risposte.

È questo il modus operandi di una faculty d’eccellenza come Educazione Continua in Medicina (E.C.M.), la quale presenta il Corso Fine Vita tra Diritti e Diritto” con queste parole: «L’obiettivo è quello di sgombrare il campo dai tanti fraintendimenti e cattive applicazioni che sono andati sedimentandosi sul ruolo attribuito alle Cure Palliative ed a chi vi opera e, più in generale, ai dilemmi che sottostanno alla sedazione palliativa, al suicidio medicalmente assistito ed all’eutanasia».

Il corso – direzione scientifica della Prof.ssa Maria Grazia De Marinis, del Prof. Giuseppe Tonini e del Dott. Giuseppe Casale – è rivolto a Infermieri, Psicologi e Medici Chirurghi per un massimo di 50 discenti ed è aperto anche a studenti e/o specializzandi.

Si svolgerà in due giornate:

  • Il 18 gennaio dalle ore 09.00 alle ore 17.00 nell’aula R21 dell’edificio PRABB, presso l’Università Campus Bio-Medico sita in via Alvaro del Portillo, 21.
  • il 15 febbraio dalle ore 09.00 alle ore 17.00 sempre presso l’Università Campus Bio-Medico (aula non ancora definita).

Tutti i professionisti sanitari partecipanti potranno usufruire di 14.6 crediti E.C.M.

Termine di chiusura delle iscrizioni: 18 gennaio 2022.

Al seguente link tutte le info su programma e modalità d’iscrizione:
https://ecm.unicampus.it/event/fine-vita-tra-diritti-e-diritto

Il corso potrà essere seguito anche online attraverso il seguente link Zoom:
https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_qKmIsHn3TFOtHX7KOvUcZQ

Ultime news

LINGUA DEI SEGNI

23 settembre, Giornata internazionale della lingua dei segni

Il 23 settembre è una data molto speciale: in tutto il mondo si celebra la Giornata internazionale della lingua dei segni. Non è data scelta a caso, perché si tratta dell’anniversario della nascita della federazione dei Sordi (Wfd), organizzazione nata nel 1951 a Roma per promuovere i diritti delle persone sorde e la loro inclusione sociale.

Leggi di più »