Bando di ricerca 2019
scarica il bando cliccando qui
Instagram
  • Anche quest'anno abbiamo indetto il bando per il "Premio Alberto Sordi alla Solidarietà." Vogliamo conferire un premio di 5mila euro a una famiglia/una figura professionale/un singolo cittadino/un gruppo che abbiano compiuto gesti esemplari di solidarietà e cura nei confronti di uno o più anziani. 
Per presentare una candidatura, o auto-candidarti, clicca sul link in bio. 
#PremioAlbertoSordi #FondazioneAlbertoSordi #Solidarietà #prize #award #concorso #call #albertosordi #premio
  • Giovedì 7 e Venerdì 8 Marzo rispettivamente a Roma e Milano dalle 14.30 alle 17:00, l’Associazione Festival del Fundraising organizza due eventi gratuiti dedicati al fundraising. In quell’occasione sarà presentata la dodicesima edizione del Festival, il più  grande evento italiano dedicato al tema della raccolta fondi e al nonprofit. 
Sarà una splendida occasione per riflettere insieme su un quesito “spaventoso”: “Chi ha paura del fundraising?” #FestivalDelFundraising #festival #preview #roma #milano #fundraising
  • Stiamo approdando anche su Instagram #fondazionealbertosordi #abbraccio #cenadinatale
Profili Social

SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI INTEGRATI, CENTRATI SULLA PERSONA E SULLA FAMIGLIA

Il Progetto INSIEME NELLA CURA è un’iniziativa con cui si vuole proporre e attuare un modello di intervento socio assistenziale integrato e flessibile, in grado di adattarsi alle esigenze del contesto territoriale, garantendo un’offerta di servizi socio sanitari fortemente integrati fra loro, centrati sulle preferenze, sui valori e bisogni della persona anziana e della sua famiglia.

Prevede strutture residenziali a diversi livelli di intensità di cure, centri diurni e servizi di assistenza domiciliare, per offrire risposte flessibili e appropriate alla variabilità delle condizioni clinico-assistenziali di anziani fragili, di anziani con deterioramento cognitivo e di pazienti nel fine vita.

Sorgerà in un contesto dove c’è posto per tutte le età, dove l’Assistenza è già interpretata come “cura nell’unità dei bisogni” e in cui convivono esperienze formative per la crescita umana e professionale degli studenti, dove la ricerca ha un carattere interdisciplinare.

INSIEME NELLA CURA vuole offrire alle persone anziane un’assistenza compassionevole ed empatica attraverso il coordinamento e l’integrazione di strutture ed interventi, affinché gli eventi legati alla salute vengano percepiti dalle persone anziane e dalle loro famiglie come coerenti tra loro ed allontanino da essi quel senso di abbandono che spesso sperimentano di fronte allo scollamento delle risposte di cura.

INSIEME NELLA CURA consentirà agli anziani di usufruire delle strutture più appropriate alle loro condizioni sociali, familiari, ambientali e cliniche, prevedendo anche la possibilità di spostarsi da un setting all’altro al mutare delle condizioni cliniche e delle esigenze personali e familiari, senza alterazione nella continuità assistenziale.

Nei servizi e nelle strutture offerte da INSIEME NELLA CURA troveranno piena e concreta realizzazione dimensioni valoriali, quali:

  • la CURA PERSONALIZZATA, intesa come una pratica complessa, essenziale non solo per la durata e per la conservazione della vita, ma anche come atteggiamento premuroso che contribuisce a dare completezza e realizzazione alle possibilità esistenziali di ogni persona
  • la FAMIGLIA, come contesto naturale della Cura e come protagonista della dimensione di cura
  • l’ACCOGLIENZA, intesa come apertura alle richieste ed alle necessità che scaturiscono dalla ricchezza unica e non riproducibile di ogni persona e di ogni famiglia
  • la CASA, come il luogo dove si vivono quotidianamente relazione di cura significative.

INSIEME NELLA CURA sarà un luogo per la promozione della “cultura della Cura”, che trova il suo fondamento in una evidente ontologia della relazione che interpreta la vita di ciascuno come un evento intimamente connesso alla vita degli altri, tenuta all’interno di relazioni di cura di cui abbiamo bisogno per tutto il tempo della nostra esistenza. INSIEME NELLA CURA si inserirà nell’orizzonte teorico-pratico della cura nella comunità in cui gli anziani, loro famiglie, il personale, i volontari e i membri della comunità si prenderanno cura gli uni degli altri, con positive ricadute sul benessere collettivo.

INSIEME NELLA CURA vuole porsi come un esempio concreto di sviluppo di assistenza territoriale con elevati standard di qualità, stimolando e sostenendo il territorio a prendere coscienza del problema dell’invecchiamento e a sostenerne l’attivazione, per perseguire i seguenti obiettivi:

  • favorire l’inclusione sociale delle persone anziane per prevenire e/o contrastare le conseguenze di un prolungato isolamento;
  • favorire il mantenimento delle capacità cognitive, fisiche e relazionali residue degli anziani
  • fornire supporto e sollievo alle famiglie;
  • evitare l’ospedalizzazione delle persone anziane;
  • garantire la continuità delle cure a pazienti cronici e alle loro famiglie;
  • garantire ai malati in fase avanzata di malattia cronica ed evolutiva (in primo luogo malattie oncologiche, ma anche neurologiche, respiratorie, cardiologiche) ed alle rispettive famiglie la massima qualità di vita possibile e l’accompagnamento dei pazienti verso una morte dignitosa;
  • tutelare e sostenere la vita fino al suo termine;
  • sostenere la territorializzazione dei servizi.

In particolar modo INSIEME NELLA CURA:

  • offrirà assistenza attraverso la forma, l’articolazione e l’integrazione degli spazi-luoghi di cura. I luoghi della cura costituiscono una “risorsa terapeutica” a cui attingere per stimolare le capacità cognitive e funzionali della persona anziana. Gli spazi interni ed esterni dovranno trasmettere confort, sicurezza e fruibilità; dovranno evocare, altresì, un’atmosfera di “casa” per evitare dolorose fratture con il passato e favorire una continuità di abitudini e legami affettivi necessari al mantenimento di una buona qualità di vita. I colori, gli arredi, gli spazi, i ritmi dei servizi dovranno essere espressione dell’attenzione alla persona anche attraverso l’armonia di ambienti intenzionalmente pensati.
  • intende sperimentare un modo di operare che responsabilizzi massimamente ogni attore a collaborare per la territorializzazione dei servizi. Con questo termine si intende che il servizio deve essere concepito da ogni attore responsabile, come una parte della sua pratica di cittadinanza. Il territorio è quindi l’insieme degli attori che, focalizzandosi su un obiettivo di bene comune, si impegnano – con responsabilità eguali e differenziate solo in riferimento alle loro capacità –  alla sua realizzazione a prescindere da ogni loro altra caratterizzazione.  In tal senso la territorializzazione opera sempre in una logica sussidiaria.
  • garantirà agli anziani la continuità delle cure al momento della dimissione dall’ospedale per diminuire il tempo dei  ricoveri sia in regime di elezione che di urgenza, assicurando anche attraverso l’uso di sistemi di teleassitenza, una migliore gestione dei pazienti anziani cronici a domicilio.

La continuità delle cure rappresenta uno degli obiettivi principali che INSIEME NELLA CURA intende perseguire lavorando con:

  • i medici di medicina generale, referenti primari dei singoli pazienti, per la presa in carico precoce delle persone fragili e per la riduzione dei ricoveri impropri;
  • i responsabili delle aree cliniche del Policlinico per la corretta gestione del processo di dimissione e la valutazione dei bisogni socio-assistenziali del paziente anziano già durante il periodo del ricovero;
  • le persone anziane e le loro famiglie coinvolgendole attivamente nel loro percorso di cura.

INSIEME NELLA CURA, inoltre:

  • contribuirà alla definizione di percorsi didattici per gli studenti dei corsi di Laurea della Facoltà di Medicina finalizzati ad approfondire i temi delle cure territoriali e delle competenze interprofessionali;
  • valorizzerà le persone che vi lavorano con specifici programmi di formazione, arricchendo ulteriormente l’attuale offerta formativa che già si compone di Master di I e II livello in Cure Palliative e Terapia del Dolore, anche con specifici programmi di formazione relativi al management del welfare comunitario e agli strumenti di generazione e valutazione del benessere territoriale;
  • svilupperà la Ricerca e la promozione di interventi innovativi nell’assistenza territoriale, nonché la diffusione delle buone prassi di cure socio-assistenziali.