Premio Alberto Sordi 2016

Mercoledì 15 giugno 2016, presso la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, la Fondazione Alberto Sordi ha reso omaggio alla figura del grande attore nella ricorrenza del suo compleanno con lo speciale “Premio Alberto Sordi”.
L’evento, che ha visto la partecipazione di un migliaio di persone e presentato da Fabrizio Frizzi, mira anche a far conoscere e sostenere le iniziative per gli anziani fragili che la Fondazione porta avanti secondo il desiderio di Alberto Sordi.
I proventi della serata, ideata e organizzata dal Segretario Generale della Fondazione, Stefania Binetti, sosterranno il Progetto di Ricerca Sanitaria per la diagnosi e la cura del Morbo di Alzheimer e il Progetto di stimolazione cerebrale per il recupero motorio Post-Ictus condotti dall’Università Campus Bio-Medico di Roma di cui la Fondazione è Ente sostenitore.
Il Prof. Vincenzo Di Lazzaro, Responsabile dell’Unità Operativa Complessa di Neurologia del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, intervenuto sul palco, ha illustrato i progressi dei progetti sostenuti.
Il "Premio Alberto Sordi" assegnato ogni anno ad eccellenze del panorama artistico che si sono distinte sul piano dell’impegno sociale, è stato conferito in questa edizione a SERENA AUTIERI, PIPPO BAUDO, GIORGIO PANARIELLO e CATHERINE SPAAK che si sono profusi in eccezionali interventi e hanno voluto rendere omaggio al grande attore senza mai dimenticare lo spirito della serata.
La preziosa scultura in foglia d’oro, realizzata dal Maestro Scultore Egidio Ambrosetti, ha sugellato un altro momento saliente della serata, particolarmente sentito da tutti i presenti.
Il “Premio Alberto Sordi per la Solidarietà” è stato assegnato a MARIA ASSUNTA CIVITELLA, “…che ha dedicato la sua vita per offrire il calore di una famiglia ai minori in condizione di abbandono e disagio”.
Il “Premio Alberto Sordi” ha inteso così proseguire, attraverso i proventi della serata, nell’opera grandiosa iniziata dall’attore romano scomparso nel 2003 e secondo i principi fondamentali da lui stesso dettati, quelli dell’altruismo, del rispetto e della solidarietà.

Video on-demand HD >>


< INDIETRO    |    ARCHIVIO >

"Onorare gli anziani comporta un triplice dovere verso di loro, l’accoglienza, l’assistenza, la valorizzazione delle loro qualità"

Santo Padre Giovanni Paolo Secondo • (Lettera per gli anziani - ottobre 1999)