Bando di ricerca 2019
scarica il bando cliccando qui
Instagram
  • Anche quest'anno abbiamo indetto il bando per il "Premio Alberto Sordi alla Solidarietà." Vogliamo conferire un premio di 5mila euro a una famiglia/una figura professionale/un singolo cittadino/un gruppo che abbiano compiuto gesti esemplari di solidarietà e cura nei confronti di uno o più anziani. 
Per presentare una candidatura, o auto-candidarti, clicca sul link in bio. 
#PremioAlbertoSordi #FondazioneAlbertoSordi #Solidarietà #prize #award #concorso #call #albertosordi #premio
  • Giovedì 7 e Venerdì 8 Marzo rispettivamente a Roma e Milano dalle 14.30 alle 17:00, l’Associazione Festival del Fundraising organizza due eventi gratuiti dedicati al fundraising. In quell’occasione sarà presentata la dodicesima edizione del Festival, il più  grande evento italiano dedicato al tema della raccolta fondi e al nonprofit. 
Sarà una splendida occasione per riflettere insieme su un quesito “spaventoso”: “Chi ha paura del fundraising?” #FestivalDelFundraising #festival #preview #roma #milano #fundraising
  • Stiamo approdando anche su Instagram #fondazionealbertosordi #abbraccio #cenadinatale
Profili Social

I 2 progetti vincitori del bando di ricerca 2018

La Fondazione Alberto Sordi, che è ente sostenitore della Università Campus Bio-Medico di Roma, sostiene la ricerca geriatrica nel campo della fisiopatologia dell’invecchiamento.

Ogni anno indice un bando finalizzato a sostenere progetti di ricerca in coerenza con gli obiettivi specifici della Fondazione: la cura e l’assistenza alle persone anziane al fine di favorire la longevità attiva, una cura e un’assistenza che tenga conto dei bisogni emergenti degli anziani unendo agli aspetti bio-medici anche quello psicopedagogici e sociali.

Per l'edizione 2018, sono risultati vincitori i progetti:
Rinnovare l’alleanza tra le generazioni

Uno studio sull’ageismo e sui modelli per superare le discriminazioni nei confronti della terza età

App Lean pr medici caregivers e pazienti

“App lean” è un’applicazione mobile che rende più semplice la comunicazione fra medico - paziente – caregiver.

Previous PostCorso di aggiornamento in Cure Palliative
Next PostPapa Francesco: “Che ci sia un’alleanza tra giovani e anziani”